fip - peritonite infettiva -


Causa

Il responsabile della FIP è la forma mutata di un comune coronavirus felino che lede l’intestino del gatto in maniera irreparabile. Viene trasmesso mediante feci e urine di soggetti malati.

Segni clinici

  • Anoressia e crescente deperimento
  • Anemia
  • Stati febbrili
  • Diarrea
  • Vomito

Progressione della malattia se non trattata

La forma classica della malattia è caratterizzata da un accumulo di liquido giallo nell’addome e/o del torace (con conseguente difficoltà di respirazione) e da febbre che non risponde agli antibiotici. La FIP è ancora oggi una malattia mortale.

Diagnosi

Difficoltà a formulare una diagnosi precoce, non esiste un test in clinica che possa individuare l’insorgere dell’infezione. Il veterinario può, comunque, inviare gli esami a un laboratorio specializzato che può ricercare la forma virale mutata nel sangue del gatto.

Trattamento

Nessun trattamento efficace per la malattia. Controlli periodici per evitare l’insorgere di patologie più gravi e terapie per la cura di eventuali forme virali e batteriche secondarie. Chiedi indicazioni al tuo veterinario. E’ importante verificare che altri felini venuti in contatto con il soggetto contaminato non siano stati contagiati dal coronavirus che potrebbe in alcuni casi virare nella forma grave FIP.

Prognosi

Quasi sempre infausta. I gatti infetti dal virus della FIP muoiono in un breve periodo di tempo (2-5 settimane circa).

Vaccinazione

Non disponibile.